Se anche il mobile rispetta la natura

slide_Blumington_Culla_1482479037Mobili come “dio comanda”. Una tradizione che affonda il suo credo nell’arte millenaria e tutta italiana della lavorazione del legno. Parliamo di un’azienda con tanto sapere alle spalle: Riva 1920, dagli anni venti, appunto, in prima linea nel campo del mobile d’eccellenza.
Come nasce l’azienda? In principio fu nonno Nino che cominciò nella bottega sotto casa e poi, man mano, si allargò. Arrivò papà Mario e si iniziarono a mettere i punti cardini di un’attività imprenditoriale.  Poi ci fu il figlio, Maurizio, che si appassionò alla tradizione di famiglia del legno – quello vero! – lavorato e “costruito” e sta portando avanti le idee di suo nonno. E Anna, l’altra figlia, che si occupa della parte amministrativa dell’azienda. E così da nonno a nipote, in un percorso fatto di continuità e tradizione, ma anche di innovazione e di volontà di stare al passo coi tempi, nacque e prosperò Riva 1920, che proprio dal marchio di fabbrica, rivendica con orgoglio le sue lontane e italiche origini.
Dai primi anni in cui Riva 1920 si presentava al  Salone del Mobile di Milano, l’azienda ne ha fatta di strada. E chi ci ha lavorato e l’ha creata grande e bella, ha passato momenti di sconforto alternati a gioie ed entusiasmi, senza dimenticare mai la tradizione e la voglia di andare avanti, per dare al cliente ciò che c’è di meglio nell’arte mobiliera italiana.

UN MOTTO NEGLI ANNI
“Non comprare mai un nostro prodotto senza aver prima scoperto come lavoriamo”. Ecco…da questa frase che sigla una pagina del sito internet di Riva 1920,  si deduce qual è la filosofia e la ragion d’essere di questa azienda italiana. Ci sono dei principi ben saldi nella testa di chi ha creato l’azienda e ne porta avanti la storia con competenza e professionalità. Quali sono? Comunicare sempre al cliente con chiarezza ciò che si produce e si vende. E assicurare alla clientela trasparenza e chiarezza su i materiali adoperati. E poi  produrre senza sprechi, per una filosofia ecologica intrinseca e mai dimenticata. E utilizzare razionalmente le materie prime che la Natura mette a disposizione. In tutto questo un assioma: il prodotto deve essere sempre e comunque Made in Italy con una costante attenzione al rapporto qualità/prezzo. E non dimenticando mai, a Riva 1920 che è basilare realizzare le idee, quelle che siglano la creatività dei grandi designer e hanno fatto grande la nostra industria mobiliera.

LA FILOSOFIA DEL “VIVERE NATURALE”
C’è una filosofia precisa dietro la produzione di Riva 1920: quella del “vivere naturale”. Si riassume nell’accorta scelta dei materiali, nella lavorazione senza sprechi e nella assolutà fedeltà alla tradizione italiana del mobilificio. Per “omaggiare” tutto questo è nata Riva Farm, nell’oasi verde dell’alta Brianza milanese, terra di mobilieri per eccellenza, fra prati e alberi secolari. Sono ben sette ettari di terreno in parte occupati da boschi e alberi ad alto fusto e in parte siglati da prati soleggiati. Si può visitare l’azienda e conoscerne nei dettagli la filosofia. La salvaguardia dell’ambiente e la grande attenzione al benessere umano, sono i presupposti della filosofia aziendale. Presupposti che, nella pratica lavorativa, si traducono nell’uso esclusivo del legno massello e nell’aderenza a un progetto ambientalista creato per la tutela e la gestione responsabile del patrimonio forestale: Smart Wood Certified Forestry. Questo garantisce che, per ogni albero tagliato per produrre un mobile Riva 1920, altri ne vengono messi a dimora per non interrompere il ciclo naturale della foresta. Per le finiture, poi, sono usati solo olii e cere naturali che non contengono formaldeide o essenze nocive. Sono state eliminate totalmente le vernici sintetiche. L’azienda è attentissima la risparmio energetico, alle fonti di energia rinnovabile, al controllo delle emissioni, al contenimento degli scarti, alla ecosostenibilità degli imballaggi e al corretto smaltimento dei rifiuti. E per finire, un “pensiero” dedicato a chi acquista un mobile Riva 1920 e che, da solo, riassume il credo di questa azienda: a ogni acquirente di un mobile viene regalato un piccolo albero coltivato a partire dal seme in vivai appositamente creati. Un piccolo albero che risarcirà la Natura, ma costituirà un nuovo passo per una diversa e più profonda coscienza ecologica. Perché in natura niente si distrugge e tutto si ricrea. Come sta facendo e continua a fare Riva 1920.

Potrebbero interessarti anche...