Serro Croce: birra da intenditori

birra-chiara-serro-croce 

La birra artigianale da filiera agricola Serro Croce è dedicata a chi ricerca sensazioni rare, a chi ama soddisfare il palato con gusti intensi e vivaci, a chi si riconosce in sapori fuori dal tempo. Una birra non filtrata, non pastorizzata, rifermentata ed affinata in bottiglia; lavorata secondo le tradizionali tecniche, conserva i tutti i principi nutrizionali. Il risultato è l’armonia tra un profumo denso e un gusto pulito.

Di colore giallo paglierino, quella chiara è leggermente opalescente, sinonimo di birra non filtrata e rifermentata in bottiglia, ottimo cappello di schiuma chiaro, fine e persistente. All’olfatto è pulita con chiari sentori di frutta esotica, banana, fiori e agrumi. Dal sapore fresco con note agrumate e speziate, note mielate dei malti, molto fine con corpo leggero amaro dei luppoli. A tavola accompagna molto bene pizze bianche o rosse leggere, con ingredienti delicati, formaggi freschi, mozzarella di bufala o semplicemente con pomodoro e basilico fresco. Si abbina bene ai piatti a base di pesce, formaggi freschi, salumi non stagionati, carni bianche. Ideale per aperitivi o degustazioni in compagnia. L’ambrata è di colore ambra brillante, schiuma compatta color cappuccino, pulita. All’olfatto intensa, complessa e persistente, chiari sentori erbacei e balsamici, scorze di agrumi. Al palato l’amaro è in equilibrio con la dolcezza dei malti, finale elegante e caratterizzato, si ripresenta l’erbaceo, il balsamico e la liquirizia, note amare di buona persistenza, retrogusto secco, decisamente piacevole e pulita. Temperatura di servizio: 7-9 °C
A tavola accompagna molto bene pizze bianche o rosse strutturate, con ingredienti dagli aromi marcati, formaggi e salumi stagionati in grotta. Si abbina bene ai piatti a base di carne, selvaggina, elaborati con essenze aromatiche, minestre, arrosti, carni alla brace. Adatta anche all’accostamento con dolci e crostate al cioccolato. In cucina viene usata per la preparazione di piatti a base di birra.

LAVORAZIONE DEI CAMPI
Ogni birra ha il suo inconfondibile aroma e sapore grazie all’utilizzo esclusivo delle materie prime più pregiate, quelle dei nostri campi. La coltivazione dei nostri campi ha inizio con la scelta e la preparazione della terra: si inizia con l’aratura, poi si prosegue con le erpicature per preparare un buon letto di semina. Ogni fase di crescita e sviluppo è monitorata personalmente perché solo attraverso il controllo della nutrizione e dello stato di salute delle piante è possibile ottenere materie prime idonee di qualità superiore. Ambiente, microclima, tipo ti terreno, areale di coltivazione, tecnica di lavorazione sono i fattori che influiscono sulla qualità del malto ottenuto e della birra prodotta. Per la fabbricazione della birra rispettiamo diversi requisiti produttivi (basso contenuto d’azoto, alta attività alfa-amilasica, altissima resa in estratto, buona friabilità, basso contenuto di beta-glucani, ecc..)

LAVORAZIONE IN CANTINA
La cantina è il luogo dove prende vita e corpo ogni birra. Il silenzio che vi abita ci aiuta a concentrarci per ricercare raffinatezza ed originalità sia dei sapori che dei profumi. La tecnica di produzione della birra è rimasta sostanzialmente immutata per secoli ed ancora oggi, per la realizzazione delle nostre birre, facciamo gli stessi gesti dei nostri avi. La macinazione del malto avviene spezzettando i chicchi, il malto macinato viene poi immesso in acqua calda e portato ad ebollizione. In questa fase vengono aggiunti i diversi tipi di luppoli, fondamentali per aromatizzare, amaricare e migliorare la conservazione del prodotto finito. Ad ebollizione ultimata vengono inseriti i lieviti ed inizia così il processo di fermentazione che dura normalmente da 8 a 10 giorni. Dopodiché si avvia la fase di maturazione che può variare dai 20 ai 35 giorni. Raggiunto lo stadio desiderato, la birra può essere preparata per l’imbottigliamento e per la rifermentazione in bottiglia. Dopo un periodo di riposo, la birra Serro Croce è pronta per essere degustata e distribuita.

Maggiori informazioni: www.serrocroce.it

Potrebbero interessarti anche...