Un conto corrente per chi ama gli animali

Un conto corrente dedicato a chi ha un animale in casa. Una banca all’avanguardia che ha captato, in prima battuta, un’esigenza specifica, in una società che vede in cani e gatti (e altri animali da compagnia) un riferimento essenziale per affetti e amore incondizionato. Racconta Francesco Michelotti dell’ufficio Marketing e Sviluppo della Banca di Piacenza: ” Qualche mese fa, un cliente ci ha chiesto di intestare il conto corrente al suo cane, un cocker spaniel fulvo di nome Roll. Non si può fare, naturalmente, perché intestatari del conto debbono essere o persone fisiche oppure giuridiche in persona del legale rappresentante, però niente vieta che fra i segni distintivi si possa aggiungere il nome del cane. Un’idea tira l’altra e allora ci siamo detti: perché non creare un conto corrente dedicato agli amici degli animali?”

Nasce da questa premessa il conto corrente della Banca di Piacenza “Amici Fedeli”. Continua Michelotti: “Le agevolazioni sono molteplici così come gli sconti e promozioni presso negozi e cliniche convenzionate. A tutti i clienti, portatori di questo conto,  viene regalato un simpatico libretto con consigli vari per chi ha animali, cani e gatti in particolare. In più, l’iscrizione gratuita per un anno all’associazione nazionale amici degli animali domestici, aderente a Confedilizia, intitolata “Amici Veri”.”

Un conto corrente per chi ama i pet
Secondo i dati del Rapporto Italia 2016 redatto dall’Eurispes quasi la metà degli italiani ha uno o più un pet (43,3 per cento).  E, il conto corrente di Banca di Piascenza, si rivolge proprio a queste persone garantendo anche l’accesso a finanziamenti agevolati fino a 5.000 euro, come ad una polizza RC per eventuali danni causati dall’animale.
“Di per sé, il conto vale per tutta Italia – spiega Michelotti – e può essere aperto da chiunque, ovunque risieda. E’ peraltro da tener presente che la nostra è una banca territoriale con sportelli in tre regioni e sette province (Piacenza, Cremona, Lodi, Milano, Pavia, Genova e Parma)”.
Non è necessario certificare il possesso dell’animale, ma lo si deve semplicemente dichiarare all’atto dell’apertura del conto.

Potrebbero interessarti anche...