Fiori di Bach, il benessere che arriva dalla natura

Il dott. Edward Bach (1886 – 1936) era uno stimato medico inglese, batteriologo, immunologo, patologo, ricercatore e omeopata, il quale durante i suoi primi anni di lavoro osservò che le persone reagivano emotivamente in modi molto differenti alla stessa patologia.
In grande anticipo rispetto alle importanti scoperte scientifiche odierne che correlano il sistema nervoso, quello endocrino, quello immunitario e quello psichico, la moderna psiconeuroendocrinoimmunologia, si convinse che ogni essere umano fosse costituito inscindibilmente non solo da un corpo fisico ma anche da una psiche, e iniziò a prestare maggior attenzione all’osservazione delle varie e diverse reazioni emotive di ciascun paziente in cura, piuttosto che dei loro sintomi fisici. Dalla ricerca che durò tutta la sua vita nacquero così i Fiori di Bach, 38 rimedi ricavati da piante spontanee e acqua di fonte, capaci di riequilibrare altrettante emozioni alterate.

Un metodo nuovo e tutto naturale

La caratteristica principale del metodo consiste nella sua semplicità, fortemente perseguita e alla fine realizzata dal dott. Bach, perché i suoi rimedi potessero entrare nelle case di tutti come un efficace sistema di auto-aiuto emozionale.
Il dott. Bach ha lasciato in eredità ai suoi collaboratori il compito di tramandare il suo metodo esattamente come da lui messo a punto, senza arricchimenti o “migliorie”, affinché fosse patrimonio di tutti e alla portata di ciascuno di noi.
Nacque così il Bach Centre, tuttora costituito dai discendenti dei suoi diretti collaboratori, con sede nel cottage che fu la sua dimora e che, tra le varie attività, ha ideato un programma di corsi tenuti da insegnanti autorizzati preparati per formare Consulenti certificati, che divulgheranno in tutto il mondo il Metodo Originale in tutta la sua semplicità e purezza.

Maria Chiara Verderi e il fiori di bach
Abbiamo parlato delle valenze dei fiori di bach con Maria Chiara Verderi che da anni si interessa e insegna questa disciplina. “Io sono una insegnante presso il mio Studio Punto e a Capo di Milanodove è anche possibile seguire tutti i corsi della formazione promossa e riconosciuta dal Bach Centre.
Per utilizzare i Fiori come auto-aiuto, per il proprio benessere emotivo e quello della propria famiglia, è sufficiente seguire il Primo Livello. In ultima analisi, per diventare Consulente del Bach Centre (BFRP), e chiedere l’iscrizione al Registro Internazionale della Fondazione Bach occorre invece seguire i tre livelli previsti dal programma di formazione e aderire al codice deontologico della Fondazione Bach”.

Presso lo Studio Punto e a Capo è inoltre possibile seguire altri corsi di formazione continua o di approfondimento, sia sui Fiori di Bach per umani e per animali, sia rivolti a migliorare le modalità di espressione nel rapporto con i clienti, sia su tecniche volte al benessere personale, condizione indispensabile per tutti i professionisti della relazione d’aiuto.
Prosegue Maria Chiara Verderi: “I Fiori non sono assolutamente medicine e non si rivolgono pertanto alla guarigione di sintomi e malattie fisiche. Non sono nemmeno rimedi adatti alla risoluzione di problemi di natura psichica. E’ assolutamente necessario che chi abbia problemi di salute fisica si rivolga al proprio medico, così come chi abbia problematiche psicologiche farebbe più che bene a rivolgersi a uno psicologo di fiducia. I Fiori sono, perciò, “Rimedi” che aiutano semplicemente a portare in equilibrio gli stati emotivi momentaneamente disturbati dagli eventi della nostra vita di tutti i giorni, spesso fin troppo frenetica”.
Tuttavia, nel caso in cui il proprio medico o il proprio psicologo fossero d’accordo, i fiori di bach potranno accompagnare felicemente le cure prescritte come utile complemento e ulteriore supporto.
“E’ indubbio che uno stato d’animo sereno sia di grande aiuto per affrontare qualsiasi malattia”, conclude Verderi.

IMPORTANTE:

I Fiori di Bach sono Rimedi naturali assolutamente innocui, però contengono una parte di brandy come conservante.
Nonostante la quantità di alcool sia veramente irrilevante dopo la diluizione finale, si consiglia a chi abbia problemi di qualsiasi tipo con l’alcool di consultarsi con il proprio medico. Altrettanto opportuno è che chi abbia problemi di tipo religioso con l’alcool si rivolga a persone competenti di propria fiducia.

Maria Chiara Verderi

Counselor integrato e a mediazione corporea – iscritta Assocounseling –
Consulente e insegnante di 1, 2 e 3 livello di Fiori di Bach autorizzata dal Bach Centre – iscritta nel Registro Internazionale della dott. Edward Bach Foundation – Sotwell (UK) –
Conduttore di classi di esercizi di bioenergetica antistress
Per conoscere le attività proposte presso lo Studio Punto e a Capo: www.studiopuntoeacapo.it
Per conoscere le attività del Bach Centre: www.bachcentre.it

Potrebbero interessarti anche...