Il vino che “parla” nasce in Puglia

La cantina Colli della Murgia da Gravina in Puglia lancia la sua prima “bottiglia intelligente”per ridurre la distanza tra brand e consumatore, e avviare una comunicazione diretta e coinvolgente basata sulla cosiddetta intelligenza artificiale. Nasce così il primo chatbot applicato ad una bottiglia di vino.
Non solo buono, ma anche innovativo, perciò. Tra i tanti primati che vanta la cantina Colli della Murgia, prima azienda vinicola pugliese a produrre dal 1990 solo vini biologici pregiati e certificati, da oggi se ne aggiunge un altro: a tutte le etichette delle sue iconiche bottiglie di bianchi, rossi, spumanti e rosati, è stato associato un chatbot che dialogherà con il consumatore, adottando il linguaggio naturale, scritto e parlato. Si tratta del primo assistente virtuale per il settore vinicolo, che si attiva istantaneamente fotografando con lo smartphone il QR code dell’etichetta, in grado di avviare conversazioni fluide con il consumatore, fornire informazioni su azienda, vini e abbinamenti gastronomici, effettuare prenotazioni per degustazioni organizzate, e visualizzare lo storytelling del vino e della cantina, attivando appositi link a contenuti multimediali

Vino ad alta tecnologia

La tecnologia delle “bottiglie parlanti” è stata sviluppata da un’altra eccellenza “made in Murgia Valley”, la società pugliese AI-driven The Digital Box, leader nell’ambito delle soluzioni a supporto del marketing, della comunicazione e del service aziendale. «Si tratta di un’esperienza interattiva, che sfrutta le più avanzate soluzioni di intelligenza artificiale, per mettere in relazione gli utenti con il brand, rafforzare il rapporto tra l’azienda e il proprio consumatore, offrendo un’esperienza di contatto innovativa, basata sulla conversazione», spiega Saverio Pepe, direttore commerciale di Colli della Murgia. Dopo un primo periodo di sperimentazione dell’etichetta intelligente, infatti, sono state generate più di 5000 conversazioni del Chatbot, con un livello di esperienza già molto buono, una media di 3,5 domande per utente, 2000 visualizzazioni dello storytelling e +180% di lead acquisiti con Conversational Form.

Potrebbero interessarti anche...